A seguito dell’Accordo intervenuto in Conferenza Unificata Stato-Regioni e del suo recepimento da parte della Regione Emilia-Romagna attraverso la delibera di Giunta del 26 marzo 2018 n. 444, l’esercizio dell’attività di manutentore del verde in forma autonoma d’impresa è ora subordinato ad una formazione regionale specifica degli operatori del settore, da attuarsi anche attraverso corsi degli Enti di Formazione, di durata non inferiore a 180 ore (di cui 60 di pratica).
Le figure coinvolte sono il titolare/socio prestatore d’opera, il coadiuvante/collaboratore familiare e il dipendente dell’impresa, che però potranno avvalersi della presunzione di qualifica nel caso abbiano fatto percorsi lavorativi specifici di durata almeno biennale (anche attraverso apprendistato) o abbiano conseguito titoli di studio attinenti le materie di riferimento individuate dall’accordo cit.
I soggetti che, alla fine, necessitano o necessiteranno della formazione regionale sono quelli che, non potendo avvalersi della presunzione di cui sopra:
– risultano già iscritti all’Albo Imprese Artigiane o al Registro imprese, ma ciò è avvenuto solo successivamente al 26 marzo 2016 (meno di due anni dalla entrata in vigore della Delibera 444/2018);
– vogliono iscriversi all’Albo Imprese Artigiane o al Registro imprese con data pari o successiva al 26 marzo 2018.
L’ente formativo di Confartigianato, FORMART, ha dichiarato la propria disponibilità per l’effettuazione del corso (http://www.formart.it/manutentore-verde-nuove-regole) per coloro che ne dovessero necessitareche potranno contattare federico.angelillo@formart.it.

Altre notizie