10 Febbraio 2021

Sta per uscire il bando di Invitalia per Temporary Export Manager con competenze digitali, indirizzato alle micro e piccole imprese (MPI) che vogliono internazionalizzarsi.

Il contributo può essere richiesto dalle MPI manifatturiere (codice Ateco C) con sede legale in Italia, anche costituite in forma di rete.

Il voucher finanzia le spese sostenute per usufruire di consulenza da parte di TEM con competenze digitali, inseriti temporaneamente in azienda e iscritti nell’apposito elenco del ministero degli Esteri.

Il contributo è concesso in regime “de minimis”:

20.000 euro alle micro e piccole imprese a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore, al netto dell’Iva, a 30.000 euro
40.000 euro alle reti a fronte di un contratto di consulenza di importo non inferiore, al netto dell’Iva, a 60.000 euro.

È inoltre possibile ricevere un contributo aggiuntivo di 10.000 euro se si raggiungono alcuni risultati sui volumi di vendita all’estero.

Tra questi:

incremento di almeno il 15% del volume d’affari derivante da operazioni verso paesi esteri registrato nell’esercizio 2022, rispetto al 2021;
incidenza di almeno il 6% del volume d’affari derivante da operazioni verso paesi esteri sul totale del volume d’affari.

Possono richiedere l’iscrizione all’elenco dei TEM, istituito al ministero degli Affari Esteri, singoli professionisti e società competenti in processi di sviluppo d’impresa e di digital transformation per l’export, che hanno maturato significative esperienze nell’internazionalizzazione.

Per presentare le opportunità offerte dal bando per TEM digitali, si terrà un webinar con Invitalia il 22 febbraio alle 15, aperto ai funzionari e alle imprese del sistema Confartigianato.

Altre notizie