25 Gennaio 2023

La Regione Emilia-Romagna ha riaperto il fondo Starter. Si potrà partecipare a partire dalle 11 del primo febbraio 2023, fino alle 16 del 22 marzo 2023.

L’obiettivo è quello di favorire la nascita di nuove imprese e sostenere la crescita di quelle con un massimo di cinque anni di attività. E’ uno strumento finanziario rotativo di credito agevolato che si inserisce nell’ambito delle azioni Por Fesr per la competitività e l’attrattività del sistema produttivo.

In abbinamento al fondo Starter, sarà nuovamente possibile richiedere anche un contributo a fondo perduto sul progetto presentato per sostenere l’avvio di imprese situate nei Comuni sede di estrazione di idrocarburi.

La dotazione complessiva del fondo Starter ammonta a 12,9 milioni di euro.

Il fondo è rivolto a piccole imprese in forma singola o associata, operanti nei settori produttivi della strategia di specializzazione intelligente. La misura interviene concedendo finanziamenti a tasso agevolato per progetti di innovazione produttiva e di sviluppo organizzativo, per introdurre l’utilizzo di strumenti ICT, per ristrutturazioni e acquisto macchinari, attrezzature, licenze. Sono ammesse le spese relative a consulenze specialistiche e per il personale.

Il fondo ha una compartecipazione pubblica al 70% a tasso zero e privata, bancaria, al 30% a tassi convenzionati e agevolati, gestiti dalla Regione tramite il gestore Artigiancredito.

Gli interventi finanziabili devono avere importi da un minimo di 20.000 euro a un massimo di 300.000 euro, per una durata compresa tra 36 e 96 mesi. È finanziabile il 100% del progetto presentato.

Info: Gianluigi Pellegrini, tel. 0521 219277; servizifinanziari@aplaparma.it

Altre notizie