• Home
  • -
  • Ultime notizie
  • -
  • d.l. “lavoro”: dal taglio del cuneo fiscale ai fringe benefit. Le novità
4 Maggio 2023
Il Consiglio dei Ministri ha varato, il nei giorni scorsi un decreto legge concernente una serie di misure di sostegno al reddito e di revisione dei contratti di lavoro subordinato, non è ancora stata effettuata la pubblicazione in gazzetta ufficiale, dalle bozze che sono state divulgate tramite stampa, risultano le seguenti misure:
  • il taglio del cuneo fiscale e contributivo: aumenterà di 4 punti, quindi sommando quanto già introdotto dalla legge di bilancio dello scorso dicembre si avrà un taglio di 7 punti per i redditi fino a 25.000 euro e di 6 punti per quelli fino a 35.000 euro, il provvedimento dovrebbe aver valenza fino al 31 dicembre 2023.
  • il limite massimo per i fringe benefit per il 2023 si assesterà fino a 3.000 euro, ma riguarderà i lavoratori con figli a carico;
  • dal 1° gennaio 2024 sarà introdotta una integrazione al reddito (assegno di inclusione) per i nuclei familiari in cui vi siano persone disabili, minori e ultra-sessantenni;
  • gli incentivi per i datori di lavoro che assumeranno i beneficiari dell’assegno di inclusione si concretizzerà in un esonero dai contributi previdenziali per 12 mesi;
  • sono riviste le causali dei contratti a termine di durata superiore ai 12 mesi ma inferiore ai 24 mesi, potranno essere definite dalla contrattazione collettiva, ovvero definite fra le parti.
  • la soglia dei voucher sarà innalzata fino a fino a 15.000 euro.

Categories: Ultime notizie

Altre notizie