• Home
  • -
  • Credito
  • -
  • limiti alle cessioni del credito, proroga al 17 febbraio
4 Febbraio 2022

Come noto il decreto “sostegni ter” (dl 4/2022) ha posto dei limiti alle cessioni dei bonus edilizi, infatti se fino al 27 gennaio tali crediti erano liberamente trasferibili tra i vari soggetti (art. 121 comma 1 del DL 34/2020), dopo quella data è entrato in vigore il limite di una sola cessione. La disposizione è stata fortemente contestata da Confartigianato in quanto comporta la paralisi del sistema con grossi punti interrogativi sul futuro delle operazioni in essere, anche per quelle che non presentano profili patologici. La confederazione ha chiesto lo stralcio della norma e, in subordine, di modificare la disposizione per rendere possibile almeno due cessioni dopo la prima e di plurime qualora i cessionari siano banche e intermediari finanziari.

Il decreto “sostegni ter” ha poi introdotto una disciplina transitoria, prevedendo che il blocco delle cessioni si applichi a partire dai crediti che risultano ceduti al 7 febbraio 2022, ossia per i quali, entro tale data, sia stata trasmessa e accettata la comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

I crediti, validamente ceduti entro il 7 febbraio, possono essere oggetto di una sola ulteriore cessione ad altri soggetti, compresi le banche e gli altri intermediari finanziari.

Anche in questo caso Confartigianato è intervenuta per sollecitare un rinvio di tale scadenza e l’Agenzia Entrate, con una FAQ e un comunicato stampa pubblicati oggi, ha concesso la proroga dal 7 febbraio al 17 febbraio 2022. L’Agenzia delle Entrate emanerà successivamente un apposito provvedimento.

 

Altre notizie